BANNER giovani

CONCORSO FOTOGRAFICO

Il settore Giovani di Azione Cattolica della diocesi di Ascoli Piceno, in occasione della consueta Settimana della Pace, che quest’anno si svolgerà dal 25 al 31 Gennaio 2016, indice un CONCORSO FOTOGRAFICO rivolto a tutti i Giovanissimi dai 15 ai 18 anni...
(scorri la locandina e leggi il bando)

BANDO:

Un concorso aperto a chi?

Se hai un’età compresa tra i 15 e i 18 anni e abiti nel territorio della diocesi di Ascoli Piceno alloraquesto concorso fa per te! Cosa aspetti? Per partecipare devi tirar fuori l’Arte che c’è in te!
Come partecipare
Dopo aver visto il film CEMENTO ARMATO avendo fatto il tuo personale percorso di riflessioni
guidato dalle provocazioni proposte (vedi allegato scheda film), ti invitiamo ad presentare un
elaborato fotografico in cui emerga il risultato della tua riflessione.
Dallo scatto si dovrà percepire la tua identità, i sentimenti che provi nei confronti di persone che
minacciano la tua felicità e le emozioni che guidano le tue reazioni in questi situazioni.
Caratteristiche dell’elaborato
L’elaborato fotografico dovrà essere stampato su carta fotografica (lucida o opaca) su formato 20cm x
30cm. Sarà necessario dare un titolo all’opera ed allegare una breve descrizione di essa.
L’elaborato dovrà pervenire entro e non oltre venerdì 22 gennaio 2016 dalle ore 18.00 alle ore 20.00 in sede diocesana.
Valutazione delle opere e scelta del vincitore
Una commissione composta dalla presidenza diocesana di Azione Cattolica di Ascoli Piceno e dai membri dell’equipe diocesana Giovani, accoglierà le opere che saranno ritenute rispondenti al tema e alle finalità del presente bando. Il vincitore del concorso fotografico sarà scelto da una giuria tecnica insieme alla presidenza diocesana.
Il premio
Il vincitore del concorso fotografico verrà premiato Mercoledì 27 Gennaio, al termine dell’evento
pensato per i Giovanissimi in occasione della Settimana della Pace 2016.
Il premio consisterà in un contributo da spendere per un’esperienza formativa a scelta (Estate 2016) del ragazzo vincitore.

Scheda Film - Cemento Armato
Qui di seguito troverai una breve scheda composta da alcune domande, per aiutarti nella riflessione dopo la visione del film Cemento Armato. Ti consigliamo di soffermarti su tutte le provocazioni e di metterti in gioco, in modo da riuscire ad esprimere al meglio la tua riflessione attraverso la foto con cui parteciperai al concorso fotografico indetto per la Festa della Pace 2016.
Diego è un ragazzo come tanti, abita nella Garbatella, periferia di Roma, non ha un lavoro, vive di espedienti e piccole truffe, trascorre le sue giornate al bar del quartiere con i suoi due fedeli amici ed ama follemente la sua Asia. Nonostante le varie difficoltà affrontate nel corso della sua vita e la mancanza di una stabilità economica, Diego confida alla sua ragazza di essere felice.
Prova a fare un confronto tra la tua vita e quella di Diego, il protagonista del film. Come stai? Quali sono i tuoi sogni, i tuoi progetti? Quali sono i tuoi ideali di vita? Come riesci a viverli e a coniugarli con la realtà che ti circonda?
La calma apparente che domina la vita di Diego viene però improvvisamente turbata da un tragico vento. Asia, la sua amata fidanzata, viene violentata nella trattoria dove lavora da Franco Zorzi, detto il Primario, boss della malavita che ha in mano il crimine di Roma, e dalla sua guardia del corpo, Saiyd.
Il proprietario della trattoria, immobilizzato dalla paura, non riesce a muovere un dito per evitare la violenza. La ragazza torna a casa sconvolta, e racconta l’accaduto a Diego.
Prova a metterti nei panni di Diego...In quella stessa situazione tu che faresti? Come reagiresti nei confronti di chi ha “violentato” (non solo fisicamente) una persona a te molto cara?
La situazione di Diego può sembrarci lontanadal nostro vissuto e dalla nostra realtà quotidiana, ma se ci pensi bene non è proprio così...
Può capitare tutti i giorni di subire ingiustizie, offese, maltrattamenti e violenze fisiche e psicologiche.
Pensa a tutte quelle situazioni in cui è stata ferita la tua persona o qualcuno a te caro. Tu cosa hai fatto? Come ti sei comportato? Come hai reagito?
Diego sceglie la via della vendetta: decide di cercare i responsabili delle sofferenze della sua ragazza per fargliela pagare. Non può immaginare, però, che la persona che sta cercando sta a sua volta cercando Diego per il suo stesso identico motivo, la vendetta: il Primario vuole infatti vendicarsi per lo specchietto della sua Mercedes nuova, che Diego ha fatto saltare con un calcio per farsi spazio nel traffico di Roma. Il film è un susseguirsi di eventi, un continuo intrecciarsi di situazioni che coinvolgono le persone vicine al protagonista, fino ad un tragico epilogo: uno degli scagnozzi del boss, per far uscire allo scoperto il ragazzo, uccide la mamma di Diego in casa sua.
Ti capita mai di riflettere sulle conseguenze delle tue azioni? Come ti senti quando ti accorgi che un tuo comportamento, che segue i tuoi ideali e che tu reputi giusto, ha provocato una sofferenza in una persona che ti sta vicino? Come ti comporti quando te ne accorgi?
La morte della madre non fa altro che gettare benzina sul fuoco e Diego, il cui senno è ormai
completamente oscurato dal desiderio di vendetta, è sempre più intenzionato a voler chiudere questa storia orrenda. Il ragazzo, dopo aver ucciso tutti gli scagnozzi del Primario, si ritrova faccia a faccia con il suo nemico, che gli svela un’amara verità: il padre di Diego non l’aveva abbandonato, ma era stato ucciso dallo stesso boss per un debito non pagato. È il colpo di grazia per Diego che, ormaidistrutto da tutto ciò che gli è capitato nelle ultime ore, è disposto a tutto, anche a sacrificare la sua vita, pur di ottenere la sua vendetta: con le ultime forze, si scaglia contro il Primario, precipitando insieme a lui nel fiume che scorre sotto il ponte su cui si svolgono le scene finali del film.
Fino a che punto sei disposto a spingerti pur di seguire e difendere la tua felicità e quella di chi ti sta a cuore? Quali sono i sentimenti che ti spingono a reagire in una situazione di grave sofferenza (tua o di chi ti sta a cuore)?
Buon Lavoro!

 

 

 

 

 

SETTIMANA DI VITA COMUNE



- Dopo il grande successo dello scorso anno, torna a grande richiesta la SETTIMANA DI VITA COMUNE PER I GIOVANISSIMI DI AC!


Che cos'è la settimana di vita comune? E' un modo per far sperimentare ai nostri giovanissimi che c'è tempo per DIO anche nella routine frenetica della vita QUOTIDIANA!
Non è un modo per estraniarsi dalla vita di tutti i giorni, anzi! I giovanissimi continueranno in questa settimana a fare tutto ciò che fanno normalmente (scuola, studio, attività sportive ecc), ma lo faranno vivendo insieme, condividendo quindi vita quotidiana e preghiera, che non dovrebbero essere scisse.

L'iniziativa è RISERVATA ai giovanissimi del 3°, 4° e 5° superiore.

Quest anno le strutture che ci ospiteranno saranno 2, una ad Ascoli ed una in Vallata, per permettere anche ai ragazzi che frequentano le scuole di San Benedetto di partecipare a questa bellissima iniziativa.

N.B Le settimane di vita comune sono 2:
2 - 7 Marzo
9 - 14 Marzo
Ogni giovanissimo potrà iscriversi ad UNA delle due settimane, in base alle iscrizioni pervenute ci organizzeremo.

CARNEVALE CON L'AC!

 


Veglione di Carnevale in maschera "I like to Movie" - Lunedi 16 Febbrai 2015, locale "Black Rock River".

Per accedere alla festa è necessario acquistare dei bracciali che sono in vendita fino a domenica 15 febbraio (verranno venduti anche all'ingresso).

La festa è aperta a tutti dai 14 anni in su...per gli aderenti e i simpatizzanti dell'AC ma anche per tutta la cittadinanza! Il tema da poter facoltativamente seguire per la mascherata è .....IL CINEMA!!!

Per avere i Biglietti (bracciali) contattare:
- Angelo 329 - 5791174
- Samuela 320 - 6709702
- Bruce 329 - 6019160
- Andrea 334 - 9731868
- Marta 333 - 4911999