slideshow fisso

Saluto a don Peppe

Ci stringiamo alla comunità parrocchiale di S. Marcello per la salita al Cielo del caro don Peppe Giuliani. 
Già Assistente Unitario della nostra associazione diocesana, sostenitore attento, premuroso e appassionato dell'Azione Cattolica, padre amorevole e sempre disponibile nel servizio, instancabile dispensatore del sogno di Dio per una Chiesa accogliente e a misura di tutti. Uomo delle Beatitudini, sacerdote con il grembiule, amico e padre spirituale. Lo ricordiamo così e preghiamo perchè continui a guidarci, avvolto ora dalla luce e dall'abbraccio del Padre, con il sorriso, lo sguardo profondo e la delicatezza di sempre.

_ _ _ _

Il funerale avrà luogo domani 23 marzo, ore 9.30, nella chiesa di S. Marcello.
Per tutti coloro che hanno piacere di aiutare nell'animazione liturgica, in particolar modo nel servizio del coro, appuntamento ore 8.30 a S. Marcello.

L'immagine può contenere: 1 persona, primo piano

Mara Schiavi Presidente Diocesano di Azione Cattolica 2017-2020

Oggi il Vescovo Mons. Giovanni D'Ercole ha dato la notizia della conferma di Mara Schiavi a Presidente Diocesano di Azione Cattolica per il triennio 2017-2020.

L'abbraccio affettuoso, la gratitudine e l'appoggio di tutta l'Associazione va a Mara e alla sua famiglia.

Possiamo finalmente dire... buona fine e buon inizio!!! ;)

 

Mara alle urne

 

Luoghi di speranza, testimoni di bellezza

L'Azione Cattolica della diocesi di Ascoli è con Libera che, a Grottammare per Libera Marche ed in 4000 luoghi in tutta Italia, nel primo giorno di Primavera, vive la XXII Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

Il tema della giornata, "Luoghi di speranza e testimoni di bellezza", richiama proprio l'importanza di saldare la cura dell'ambiente e dei territori con l'impegno per la dignità e la libertà delle persone, esercitando al contempo le nostre responsabilità di cittadini, di abitanti - ospiti e custodi - della Terra.

Don Luigi Ciotti, fondatore di Libera, nel suo discorso in occasione dell'incontro con il Presidente delle Repubblica Sergio Mattarella, ci ricorda che "Le mafie non uccidono solo con la violenza: vittime sono i morti, ma vittime sono anche i morti vivi, le persone a cui le mafie tolgono la speranza e la dignità. Il lavoro, la scuola, la cultura, i percorsi educativi, i servizi sociali restano il primo antidoto alla peste mafiosa. La nostra Costituzione è il primo dei testi
antimafia! Ecco allora che la memoria non può essere un esercizio
retorico. I vostri cari non sono morti per una targa, una corona di fiori, un discorso celebrativo. Sono morti per la nostra libertà, per un ideale di giustizia e democrazia che abbiamo il compito di realizzare".

Insieme, perchè il noi vince sempre!

L'immagine può contenere: sMS

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

IN PREGHIERA PER TUTTE LE VITTIME DEL TERREMOTO

C'è buio in me
in te invece c'è luce;
sono solo, ma tu non m'abbandoni;
non ho coraggio, ma tu mi sei d'aiuto;
sono inquieto, ma in te c'è la pace;
c'è amarezza in me, in te pazienza;
non capisco le tue vie, ma
tu sai qual è la mia strada.
Tu conosci tutta l'infelicità degli uomini;
tu rimani accanto a me,
quando nessun uomo mi rimane accanto,
tu non mi dimentichi e mi cerchi,
tu vuoi che io ti riconosca
e mi volga a te.
Signore, odo il tuo richiamo e lo seguo,
aiutami!
Signore, qualunque cosa rechi questo giorno,
il tuo nome sia lodato!
Amen.
(Dietrich Bonhoeffer)